Guida per vacanze, turismo e cultura in questa meravigliosa terra del Lazio

Elmerindo FIORE


Elmerindo Fiore (1947 – Casalvieri - FR), poeta e artista visivo, ha pubblicato Trilogia del Tempo (Rebellato 1983), Il Regno dello Specchio (Dismisuratesti 1984), Il regno del canto (Hetea 1986), in collaborazione con Franco Bugatti, Dividi l’ombra come fosse un’arte (Eos Ed. 2002), in collaborazione con Sergio Zuccaro, L’albero dei pipistrelli (Dedalus 2007).
È stato redattore della rivista Dismisura e fondatore con Giovanni Fontana, Stefano Docimo, Raffaele Manica, Luca Salvadori e Tarcisio Tarquini de La Taverna di Auerbach.
Suoi testi sono apparsi su Tracce, TamTam, Il nuovo raccoglitore della Gazzetta di Parma, Leader, Philo-logica. Alcuni suoi testi sono stati tradotti in francese e in greco.
Presente nelle antologie: Trame della parola curata da A. Spagnuolo (Tracce, Pescara 1985), Coscienza & Evanescenza curata da Franco Cavallo (S.E.N. Napoli 1986), Tautologia curata da Massimo Gualtieri e Adriano Spatola (TamTam1986), Io sono il titolo curata da Sergio Zuccaro (Dedalus Ed. 2004).
Ha preso parte alla rassegna Oggi Poesia Domani curata da G. Fontana e A. Spatola (Fiuggi 1979), Après le déluge (Roma1985) e Poiesis EPIFANEIA (Napoli 1985) curate da C. Lubrano, Elektronpoiesis curata da A. Cardamone e G. Fontana (Frosinone 1986), Poesia e Musica (Anagni 1986), Un verso per la città curata da Franco Cavallo, Stefano Docimo e Mario Lunetta (Roma 1985-1986), Roma Poesia 2005.
Suoi testi sono stati musicati da A. D’Antò, L. Salvatori, C. Lombardi, E. Bartolomucci, M. Lucchetti e G. Gemini.
Dal 1989 si è occupato prevalentemente di arti visive. È tra i fondatori del gruppo Artmedia, del cui Manifesto è uno dei redattori.


Il suo ultimo libro, pubblicato per i tipi di Campanotto Editore di Udine, è ALCHIMIA DELLE DATE DIMORE.


In questo rumorosissimo mondo dove anche i silenzi non hanno pace e che in altre date assetate la mano accarezza con il suo guanto leggero i punti nodali facendo rinascere (Susy dal sangue delle tortore) perché i poeti coraggiosi amano  baciare il fuoco che  arde violento come nella follia di Holderlin dove ( ballano i nuovi nati un valzer lento/e ritornano dal rettile/araldico/alla magnolia delle grida/dalla tana del fosforo veleni all’ali/ai girovaghi ciechi/), il 24 maggio 1758.  In questa tensione cieca,visionaria, lucida realtà, la bocca sommessamente alita il poema in una modulazione disperante legata al corpo e sprigionando energia per una conoscenza autentica delle cose.
Il giorno in cui l’opera si compie il 7 giugno 1843 Alchìmia delle date dimore è nel rogo che nasconde quelle dimore sotterranee dove un occhio geometrico sfalsato precipita nelle diverse soluzioni e bagliori luminosi ondeggiando fino ad attraversare il muro dell’inudibile preparando il canto in un continuo flusso di condense linguistiche.


 


Il libro è in vendita presso la LIBRERIA UNIVERSITAS - Via S.Tommaso d'Aquino - 03039 Sora - Tel. 0776-833572

Indietro: Donato Di Poce

Avanti: Sergio Zuccaro


In evidenza
La Ciociaria
Posta Fibreno
San Donato
Settefrati
Eventi In Ciociaria

Guide

Eventi

Itinerari

Sport e Tempo Libero

Arte e Territorio

Pagine di Critica

Autori del Mese



Immagini
Eventi Aprile

Galleria fotografica

Storie e racconti
La Sagra del Cabernet a Gallinaro

I racconti degli utenti

Link

vacanze nel mondo
ciociaria.in una guida del circuito InfoVacanze.net